don Angelo Treccani

PASSAGGI... PER UNA SPIRITUALITÀ CRISTIANA



spiritualità domestica
| < pagina precedente | pagina successiva > |

1. PASSAGGI "PERSONALI" PER UNA SPIRITUALITÀ CRISTIANA

  1. Fa della tua vita una Eucarestia non una pattumiera, ossia ringrazia nello stupore. Dimentica le cose brutte, i torti subiti, ricorda le cose belle.
    E rallegrati pensando che sei nel cuore di Cristo.

  2. Respira nella preghiera la Parola. Cura la tua vita nel silenzio: là lo Spirito ti parla. Reso forte dai suoi doni eviterai di scaricare ansia continua sugli altri.

  3. Impara a dire: "ti voglio bene" E dillo a tante persone. Il "ti amo" è un sacramento da non limitare ad una sola persona. Non temere di essere frainteso: "tutto è puro per chi è puro" E così:
    • non aspettare la partenza, per dire "ti amo"
    • non aspettare la lontananza, per scrivere "ti amo"
    • non aspettare la morte, per esprimere con le lacrime "ti amo"


  4. Cerca di avere una crisi al giorno, per evitare di essere banale, vuoto e insignificante e dare tutto per scontato. Cerca sempre cose nuove e belle, non fossilizzarti nelle abitudini che paralizzano la vita singola, di coppia, e i rapporti con gli amici stessi.

  5. Prova a cercare un riferimento di vita nell'arte di amare, oltre a Cristo e alla Chiesa. Un amico spirituale può essere una valida guida che non ti sostituisce, ma apre nuovi orizzonti e aiuta a maturare nella Parola.

| < pagina precedente | inizio pagina | pagina successiva > |


vedi anche la pagina "un'esperienza di spiritualità domestica"
Home